La gara del mondiale Supersport 300 a Donington ha sancito la prima vittoria in carriera per Kevin Sabatucci: il portacolori del Team Trasimeno Yamaha ha preso il comando a due giri dalla fine ed è stato bravo a tagliare il traguardo con oltre 2 decimi di vantaggio sul francese Andy Verdoïa.

I colpi di scena sono iniziati ancor prima della bandiera a scacchi: l’autore della pole position, il brasiliano Ton Kawakami e il compagno di squadra Andy Verdoïa hanno infatti preso il via dal fondo dello schieramento, a causa di un problema con i test di pressione dei pneumatici. Con il leader della generale Manuel Gonzalez assente per infortunio e Scott Deroue che non è riuscito a superare la Last Chance Race, era una gara che lasciava molte possibilità.

LA GARA - Nel giro di apertura Dorren Loureiro è stato travolto dal secondo classificato nel 2018 Mika Perez. Galang Hendra Pratama ha preso il comando e lo ha mantenuto per il primo giro. Intanto Ana Carrasco è incappata in una caduta con Borja Sanchez, ma la campionessa in carica è riuscita a ripartire..
Andy Verdoïa dal fondo dello schieramento è tornato rapidamente nei primi dieci per poi risalire fino al terzo posto alle spalle di Hugo De Cancellis.
A due giri e mezzo dalla fine Hugo De Cancellis è passato al comando ma poi è caduto, coinvolgendo anche Bruno Ieraci. Poco dopo è caduto anche Hendra Pratama.
Nell'ultimo giro, Verdoïa era in vantaggio davanti a Kevin Sabatucci. Il pilota italiano è passato davanti a Verdoïa al Foggy Esses e ha conquistato la sua prima vittoria, la terza per un italiano nella storia della WorldSSP300. 
Terzo posto per l’ucraino Kalinin davanti a Victor Steeman, quarto davanti al compagno di squadra Jahnig.

Manuel Gonzalez mantiene il comando in campionato, con 43 punti di vantaggio su Ana Carrasco e Scott Deroue entrambi ancora in parità. Gonzalez potrebbe vincere matematicamente il campionato a Portimao.

Qui la classifica della gara.