I due giorni di test ufficiali a Portimao hanno visto protagonisti anche i piloti del mondiale Supersport oltre che della Superbike. Come nella classe regina, anche qui è Yamaha a dominare: se in Superbike il miglior crono dei test appartiene a Alex Lowes (leggi qui), in Supersport è Federico Caricasulo a svettare in cima alla tabella dei tempi, con la Yamaha del team Bardahl Evan Bros.

LOTTA IN CASA - A 111 millesimi di distacco si è piazzato svizzero Randy Krummenacher, compagno di squadra di Federico Caricasulo nonché suo diretto rivale nel mondiale, dove attualmente guida la classifica. Krummenacher ha lavorato per migliorare il suo feeling con l’anteriore della sua moto testando anche le sue condizioni fisiche: è tornato infatti in pista a Portimao dopo aver subito un lieve infortunio al ginocchio all'inizio della pausa estiva. Krummenacher è stato l’unico a non aver migliorato il proprio crono nel Day2.

A meno di due decimi dal ravennate si è piazzato un suo connazionale: il campano Raffaele De Rosa, terzo con la MV Agusta Reparto Corse, unica moto non-Yamaha della top5.

Il quarto tempo appartiene al francese Jules Cluzel, alfiere del team GTM94, incappato in una caduta nel Day2, che ha preceduto lo spagnolo Isaac Viñales, portacolori del team Kallio Racing.

GLI ALTRI ITALIANI - Il sesto crono appartiene ad un ottimo Ayrton Badovini, che si è piazzato a poco più di mezzo secondo da Caricasulo con la prima Kawasaki, quella del team Pedercini, più veloce di quasi 2 decimi del proprio compagno di squadra, l’inglese Kyle Smith.

Per quanto riguarda gli altri italiani, nono tempo per Gabriele Ruiu, con la Yamaha del team Toth, quindicesimo per Federico Fuligni con la MV Agusta Reparto Corse.

Qui i tempi dei test della Supersport a Portimao.