Quattro piloti in lotta per il titolo con quattro round alla fine del mondiale Supersport: soltanto due, però, hanno un punteggio tale che gli consente possibilità realistiche di portare a casa il titolo iridato del 2019: Randy Krummenacher e Federico Caricasulo, che tra l’altro sono compagni di squadra nel team Bardahl Evan Bros, e  viaggiano separati da sole 15 lunghezze. La matematica tiene aperte le speranze anche di Jules Cluzel e Lucas Mahias. Cluzel, alfiere del GMT94 Yamaha, è entrato nella lotta per la corona dopo la magnifica vittoria ottenuta nel Regno Unito prima della pausa estiva ha 41 punti da colmare. Mahias, portacolori del Kawasaki Puccetti Racing,  ne ha 91 punti  di distacco da Krummenacher. Il ‘bottino’ in palio è di 100 punti, considerando i quattro round dalla fine.  

Il round numero nove, che si svolgerà all’Autodromo Internacional do Algarve in Portimao, sarà una tappa cruciale per la battaglia per il titolo, che in Portogallo raggiungerà un livello ancora più alto.

CARICASULO AVANTI TUTTA - Per Krummenacher, il round portoghese potrebbe essere un momento cruciale per difendere il primo posto della classifica generale. Però lo svizzero sa che dovrà finire la corsa davanti a Caricasulo che quest’anno è sempre salito sul podio, mentre Krummenacher è stato assente in Inghilterra. Dall’altra parte, il ravennate avrà una grande opportunità per ridurre il distacco.

Durante i test ufficiali, alla fine di agosto a Portimao, Caricasulo ha dimostrato un buon ritmo e ha stabilito il giro veloce, ma ancora una volta, Krummenacher è rimasto molto vicino registrando il secondo crono più veloce della prova.

Lo scorso anno nella gara di Portimao ha vinto il campione del mondo del 2017 Mahias davanti a Caricasulo, mentre Krummenacher ha concluso quinto. Chissà se quest’anno Mahias riuscirà a replicare o saranno Caricasulo o Krummenacher a salire sul gradino più alto del podio… o, perché no, un quarto ‘incomodo’!