Era stato uno dei più veloci sin dai primi minuti delle qualifiche Superstock 1000 ma nei minuti finali è riuscito a fare la differenza: Marco Faccani (Triple-M Racing) scatterà dalla pole position a Misano grazie al crono di 1’37”321 fatto segnare in sella alla sua Ducati Panigale.

DAVANTI AI DUE PROTAGONISTI - Il 21enne ravennate ha avuto la meglio sui due grandi protagonisti di questa prima parte di stagione, ovvero Raffaele De Rosa e Leandro Mercado: il primo, portacolori BMW Althea, è stato anche protagonista di una scivolata nelle qualifiche (come Mahias e Tamburini) ma domani scatterà comunque da favorito per la vittoria.

APRILIA SUGLI “SCUDI” - Il campano ha chiuso a un decimo da Faccani mentre l’argentino della Ducati Aruba.it paga due decimi. Anche lui sarà nel gruppetto di quelli che si giocheranno il podio e tra i “candidati” proveranno ad entrare anche le due Aprilia della Nuova M2 Racing: Kevin Calia, infatti, scatterà dalla quarta piazza mentre il compagno di squadra Roberto Tamburini, padrone di casa a Misano, una posizione più indietro.

RINALDI SFORTUNATO - Nella top ten anche Razgatlioglu, Mantovani, Mahias, Guarnoni e Fabio Massei, da cui ci si aspetta, per talento ed esperienza, una gara tra i primi. Un problema tecnico ha condizionato le qualifiche di Michael Ruben Rinaldi: il romagnolo del Team Aruba.it Ducati sarà costretto a scattare dalla tredicesima fila…