Tutto pronto per il quinto round stagionale dell’European Superstock 1000 Championship, con Michael Ruben Rinaldi che non è più il leader nella classifica generale. Infatti è stato il pilota turco Toprak Razgatlioglu ad accaparrarsi la vetta, ai danni del pilota Ducati. Il turco è portagonista di costanti miglioramenti in sella alla Kawasaki del team Puccetti, e la lotta tornerà in scena questo weekend, questa volta a Rimini. A pochi minuti da San Marino, il Misano World Circuit Marco Simoncelli è il circuito preferito da molti piloti e sarà un’intensa battaglia quella che vedremo con i 37 piloti della categoria.
 
Toprak Razgatlioglu ha svolto una grande prestazione sullo storico tracciato del Donington Park e grazie a questa è ora il leader del campionato con nove punti di margine. Con un buon ritmo sulla sua ZX-10R, il giovane pilota turco ha conquistato il suo terzo podio stagionale e adesso si prepara a correre a Misano, la pista di casa del suo avversario. L’anno scorso Razgatlioglu si era assicurato la top 4 qui, dove è anche già andato a podio, e sarà ben motivato a correre su questa pista.
 
Il “padrone di casa” Michael Ruben Rinaldi invece, spera di impressionare i suoi tifosi di casa per la seconda volta in questa stagione. Dopo aver vinto a Imola, a maggio, punta a replicare sulla costa adriatica, anche se il Misano World Circuit è una pista dove in passato ha faticato, ma con la grande spinta del suo pubblico potrebbe essere protagonista di una gran battaglia. 

Il rivale francese Florian Marino su Yamaha è finora sempre salito sul podio in questo 2017 ed è attualmente in terza posizione nella classifica del campionato, ma deve ancora conquistare la sua prima vittoria. Su una pista dove in passato non ha avuto grandi fortune, il pilota della Yamaha ha un fine settimana difficile davanti a lui, ma in questa classe così imprevedibile può succedere di tutto e cercherà di sfruttare al meglio il potenziale della sua moto.

Nutrito il plotone di piloti italiani: da Roberto Tamburini a Federico Sandi, da Marco Faccani a Matteo Ferrari, da Alessandro Andreozzi a Kevin Calia, da Luca Salvadori a Kevin Manfredi, da Fabio Marchionni a Federico D'Annunzio, da Emanuele Pusceddu a Federico Sanchioni, da Riccardo Cecchini a Alex Bernardi e Stefano Fugardi.

Nel primo turno di libere il miglior crono appartiene a Federico Sandi davanti a Rinaldi e Tamburini.

Qui i tempi.