Jeremy Guarnoni e la sua Kawasaki Pedercini Racing hanno vinto il Round francese di Magny Cours nella Superstock 1000, vincendo solo all’ultimo giro la sfida tutta transalpina con Florian Marino sulla Yamaha Pata Racing. Al terzo posto si è piazzato Federico Sandi con la BMW del Team Berclaz Racing. Guarnoni ha portato a casa la sua prima vittoria stagionale, sul circuito di casa, con un distacco di quattro decimi su Marino che con il secondo posto ha mantenuto aperta la lotta per il titolo.

Per conoscere il vincitore del Campionato Europeo Superstock, dunque, bisognerà attendere l’ultimo round stagionale di Jerez, che è in programma fra tre settimane. Al quarto posto si è piazzato Roberto Tamburini che con l’altra Yamaha Pata partiva dalla pole position. L’altro pretendente al titolo Toprak Razgatlioglu (Kawasaki Puccetti Racing) ha saltato la gara per la lussazione della spalla destra dopo la caduta nelle FP3 e ora accusa un ritardo di 14 punti da Rinaldi in campionato.

Illia Mykhalchyk (TripleM Racing), Mike Jones (Aruba.it Racing - Junior Team), Sebastien Suchet (Berclaz Racing Team), Luca Vitali (Nuova M2 Racing), Maximilian Scheib (Nuova M2 Racing) e Michael Rinaldi (Aruba.it Racing - Junior Team) concludono la top ten con l’italiano e leader in classifica che mantiene un vantaggio di otto punti su Marino.