Matteo Ferrari sulla Ducati del Barni Racing Team ha conquistato la prima vittoria della sua carriera nel Campionato Europeo Superstock 1000. Il successo è arrivato questo weekend a Imola, dopo una rimonta dalla terza fila che l’ha visto sorpassare i rivali uno dopo l’altro e resistere agli attacchi di Roberto Tamburini, portacolori del team Berclaz Racing Team SA-

Alla sua quinta gara nella STK1000, la sua terza all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola, Ferrari ha messo bene in atto gli insegnamenti di Michele Pirro: il collaudatore della Ducati MotoGP, infatti, corre con Ferrari nella classe Superbike del CIV e i due si allenano insieme. Ferrari ha passato Maximilian Scheib su Aprilia Racing Team alla fine del nono giro e ha mantenuto le distanze da quel momento. Tamburini ha cominciato a rimontare dalla tredicesima posizione nella seconda metà della gara, ma la sua esclation si è fermata al secondo posto.

Tamburini si avvicina - Il leader della classifica Markus Reiterberger su BMW del team Alpha Racing-Van Zon è risalito in quinta posizione al primo giro, ma poi ha avuto difficoltà a trovare lo stesso passo che aveva ad Aragon ed Assen, guadagnando solo una posizione. Dopo un paio di errori, il tedesco ha concluso la giornata sempre in quinta posizione, perdendo terreno in classifica: Tamburini è infatti soltanto ad un punto.

Scheib ha finito la gara in terza posizione, passato da Tamburini all’ultimo giro, con Federico Sandi sulla Ducati di Motocorsa Racing in quarta piazza. La battaglia per la sesta posizione è stata vinta da Luca Vitali su Florian Marino, ma l’italiano dell’Aprilia è stato penalizzato di una posizione per aver superato i limiti della pista all’ultima curva.

A completare la top ten Andrea Mantovani, Alessandro Delbianco e Samuele Cavalieri.

Qui la classifica della gara.