Gorizia - Siamo giunti al terzo anno della nuova gestione Husqvarna (che, ricordiamolo, ora non è più un marchio della BMW ma della KTM) ma l'entusiasmo e la voglia di rilanciare questo brand sono addirittura aumentati. Le versioni 2015 hanno avuto un notevole successo, che è addirittura andato oltre le aspettative. Questo vuol dire che il marchio Husqvarna ha mantenuto inalterato il suo fascino, che ora è anche abbinato ad una base tecnica all’altezza della situazione. L'incremento delle vendite è stata una logica conseguenza. Anche nelle competizioni, oltre che nella produzione, Husqvarna ha ottenuto ottimi risultati, arricchendo un palmarès che ha dell’incredibile. I modelli 2016 si guidano molto bene ed hanno un design riuscito, caratterizzato da grafiche con colori più brillanti e dai copri steli aperti nella parte posteriore. Non c'è stato uno stravolgimento tecnico, come sui modelli da cross, ma ci sono delle novità. L'avantreno, ad esempio. Ha un perno ruota di minore diametro (che quindi è più leggero, e delle piastre forcella riprogettare per aumentare la distanza tra gli steli (modifica che assicura un leggero incremento della guidabilità sui fondi duri). I motori erano e restano un riferimento. Il 125 2T va fortissimo (è sempre stato un propulsore dalle prestazioni eccezionali) ed è divertente da usare. Il 250 2T è molto più impegnativo, adatto ad utenti esperti, mentre il 300 2T è la scelta migliore per chi pratica l'enduro estremo ed ha quindi bisogno di coppia in basso e pesi contenuti. Passando ai modelli 4T (caratterizzati dalla sigla FE), va segnalato che la 250 continua a stupire, lasciando la concorrenza al palo dal punto di vista prestazionale. Ottima anche la 350, che però richiede un notevole impegno fisico per essere gestita, perché l'erogazione è molto aggressiva. Incredibilmente a punto la 450; c'è molta più potenza di quella che serve ma questo motore, ai bassi regimi, spinge tanto e non incute timore. Per questo, la 450 può essere la scelta giusta sia per chi va forte davvero, sia per chi usa la moto per passeggiare. Infine... la 501, una 450 ancora più "muscolosa" ma anche più impegnativa. La FE 501 è consigliata solo a coloro che hanno un fisico allenato! Bruno Salina [conti_gallery id=”37527"]