L'editoriale del Direttore: l'Italia attacca Fabio

L'editoriale del Direttore: l'Italia attacca Fabio

È stato un weekend perfetto per il motociclismo di casa nostra. E Quartararo lancia un segnale alla Yamaha…

Francesco Bagnaia vince anche senza dimostrare la netta superiorità fatta vedere nei suoi precedenti trionfi. E questa è una prima buona notizia, perché vuol dire che sa trionfare anche senza margine. Maverick Viñales e Jack Miller chiudono sul podio, mentre cinque moto italiane monopolizzano i primi cinque posti dell’ordine di arrivo. Aleix Espargaró resiste stoicamente nonostante il dolore e non perde troppi punti nella corsa al titolo mondiale. E Fabio Quartararo spara a zero sulla Yamaha. Nell’editoriale del numero 30, due settimane fa, avevamo scritto che un’ipotetica “alleanza” italiana tra Aprilia e Ducati e i loro piloti avrebbe potuto frenare il più possibile la

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora
  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi