GP Germania, Bagnaia: “Queste cadute le vedo al Ranch non in MotoGP”

GP Germania, Bagnaia: “Queste cadute le vedo al Ranch non in MotoGP”© Luca Gorini

Il piemontese torna dal Sachsenring con un altro zero che pesa come un macigno in ottica Mondiale

10 giorni fa

Per la quarta volta in stagione, Pecco Bagnaia coglie uno "zero" in classifica e quello del GP di Germania è probabilmente ancor più pesante degli altri, in quanto avvenuto dopo il ritiro di Barcellona con uno svantaggio in classifica da Quartararo che adesso è pericolosamente simile ad una resa. Un altro errore per il pilota Ducati, scivolato mentre inseguiva il francese in modo inspiegabile, come lui stesso ha spiegato ai microfoni di Sky Sport MotoGP: "Se sono caduto è perchè ho fatto uno sbaglio. Dai dati non si capisce il motivo, è quasi inspiegabile, la gomma era normalmente in temperatura e il mio feeling era buono".

La delusione è lampante: "Difficile trovare il lato positivo stavolta"


La dinamica della caduta resta da approfondire, per cercare di trovare qualche spiegazione che motivi una scivolata alquanto strana. In ogni caso, a restare è la delusione: "Capire la dinamica della caduta è difficile, questo tipo di cadute le vedo al ranch non in MotoGP. Non riesco a criticare qualcosa in particolare, sicuramente non c'era molto grip ma non capisco la caduta, quello che senz'altro resta è il fatto che mi sono steso. Dopo un week-end del genere girano ancor di più le scatole. Mi è difficile trovare il lato positivo stavolta, anche se anche oggi eravamo davanti e ci saremmo giocati la vittoria".

Adesso lo svantaggio dal leader della classifica è di 91 punti, un gap difficilmente recuperabile e frutto di un Quartararo fino a questo momento sempre impeccabile: "Quartararo è l'unico che non fa errori, guida la Yamaha come va guidata e fa la differenza. Oggi la strategia era di stare calmi per arrivare a fine corsa con gomme fresche e non far alzare la temperatura. Con me dietro non gli sarebbe bastato girare sul passo che ha mostrato in gara, ma non gli si può dire niente, lui ha vinto ed è stato più bravo".

MotoGP: Bastianini ufficiale Ducati per i prossimi due anni

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi