MotoGP Germania, Vinales: “Mi sono visto a terra alla curva 8”

MotoGP Germania, Vinales: “Mi sono visto a terra alla curva 8”© Luca Gorini

“Mi si è chiuso il davanti e ho cominciato a sentire che la moto era più bassa dietro” dice lo spagnolo dopo aver chiuso anzitempo la gara per la rottura dell’abbassatore posteriore

19 giugno

Maverick Vinales nel post gara è un misto tra il contento per la prestazione e l’amareggiato per la gara chiusa anzitempo per via del problema all’abbassatore, che ha comportato l’esplosione del monoammortizzatore posteriore. Il bilancio tracciato dallo spagnolo rispetto ad un anno fa è comunque positivo.

Contento di aver visto quanto si possa progredire da un anno all’altro - dice Vinales a Sky -. Oggi in gara mi sentivo forte. Sto arrivando, mi sento sempre più a mio agio con la squadra e con la moto e sono convinto che ce la faremo a stare davanti con gli altri. L’obiettivo è quello di essere davanti in tutti i weekend, piano piano ci arriviamo. Contento soprattutto perché oggi mi sono divertito tanto nei primi giri.” 

Stavo risparmiando un po’ per affrontare gli ultimi dieci giri - aggiunge lo spagnolo -, ma ho avuto un problema e ho dovuto rientrare ai box.”

Vinales: “Ho cominciato ad avere chattering e non capivo perché”


Come ti sei accorto del problema e come hai fatto a restare in piedi? 

Ho cominciato a sentire qualcosa un paio di giri prima di rientrare ai box. Ero dietro ad Espargaro e mi stavo preparando per sorpassarlo per provare a scappare via perché avevo un passo migliore del suo. Ad un certo punto ho cominciato ad avere chattering e non capivo perché. Sono entrato abbastanza forte alla 8, mi si è chiuso il davanti e ho realizzato che la moto era più bassa dietro. Ho provato ad attivarlo e disattivarlo ma non ci sono riuscito e dopo la moto era rimasta giù. Mi sono visto a terra alla 8.”

Era il momento di spingere sfruttando la media posteriore.

Mi sono preso 5-6 giri 'tranquilli' perché stavo spingendo troppo e la gomma era un po’ calda. Quando ho visto Miller ritornare sotto ho provato a passare Aleix per andare via e prendere un po’ di margine. Quando ho provato a spingere però a momenti cadevo. Sono contento però perché come squadra stiamo facendo un bel lavoro, ogni volta mi sento meglio, il potenziale è molto alto.” 

La prossima è Assen, la tua pista.

Dobbiamo restare concentrati, siamo sulla strada giusta, dobbiamo continuare a crescere e secondo me lo stiamo facendo bene, ogni weekend siamo più solidi e più avanti. Oggi sono contento di aver fatto una buona partenza e di aver superato tanti piloti.

Ti aspettavi un Quartararo così determinato?

Sta sfruttando la Yamaha al massimo più dei suoi compagni di squadra. Bagnaia è caduto per sfortuna, Marquez non c’è ed io non sono ancora al massimo. Dobbiamo aspettare ancora. E’ molto bravo, la sua squadra lavora bene ma l’Aprilia sta lavorando tanto.”

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi