Max Biaggi è MotoGP Legend: “Venti anni fa non l’avrei mai pensato”

Max Biaggi è MotoGP Legend: “Venti anni fa non l’avrei mai pensato”© GPAgency

Il Corsaro, in una cerimonia speciale al Mugello, riceve dalle mani di Carmelo Ezpeleta, CEO di Dorna, il badge che aspettava dal 2020, anno della sua introduzione nella "Hall of Fame" del Motociclismo

27 maggio

Domenica prima del via della gara della MotoGP vedremo nuovamente (dopo l’Aprilia All Stars di Misano) all’opera Max Biaggi in sella alla sua iconica Aprilia 250 per un giro di pista a celebrare il suo ingresso ufficiale nella “Hall of Fame” del Motomondiale. 

Nella giornata di oggi, il Corsaro quattro volte campione della 250 ha ricevuto dalle mani di Carmelo Ezpeleta il tanto agognato badge da “MotoGP Legend” che attendeva dal 2020, anno dell’induzione del romano nell’arca della gloria insieme ad altre leggende del Motomondiale come Sheene, Schwantz, il suo amico Jorge Lorenzo, Rossi, Capirossi e tanti altri.

Le parole di Max Biaggi


A margine della consegna del badge, il Corsaro ha detto: “Prima di tutto voglio ringraziare Carmelo Ezpeleta e Dorna per aver reso possibile questo, senza di loro non sarebbe successo. E poi voglio ringraziare tutti quelli che hanno reso possibile questa cosa: dai costruttori con i quali ho lavorato in passato, Aprilia, Honda e Yamaha, tutte le persone che sono qui sono quelle che mi hanno supportato sia nei momenti belli che in quelli brutti, sono orgoglioso che siano venuti tutti, significa tanto per me. La vita va avanti anche dopo le gare, sono orgoglioso che la mia famiglia mi abbia incoraggiato nei momenti difficili a non mollare mai, mi hanno sempre supportato. I miei figli sono qui ed è un momento molto emozionante per me perché possono dire che il loro papà è una Leggenda, è una cosa molto bella. Venti anni fa non l’avrei mai pensato che sarei arrivato a questo punto, e per un uomo è una cosa molto importante. Ora sono nella terza parte della mia vita, sono un team owner e per questo devo ringraziare Husqvarna e Sterilgarda per aver realizzato questo mio sogno. Metto la mia esperienza al servizio dei giovani piloti, e voglio ringraziare Carlos (il figlio di Carmelo Ezpeleta), la Dorna e Carmelo Ezpeleta per il lavoro fatto in questi anni e la MotoGP è fantastica. Grazie davvero.”

 

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi