Stock Aragon, libere2: conferma Russo, sorpresa Pusceddu

Stock Aragon, libere2: conferma Russo, sorpresa Pusceddu
Nella seconda sessione di libere, il campano della Yamaha chiude di nuovo in testa. Ad un soffio, il giovane sardo della Ducati. Undici azzurri nei primi tredici

Redazione

1 aprile 2016

di Federico Porrozzi Riccardo Russo. Ancora Lui. Il portacolori del Pata Yamaha Official Team ha abbassato di oltre due secondi il crono fatto segnare in mattinata e, con 1’52”765, si è confermato in testa alla fine della prima giornata di prove della Stock 1000 ad Aragon. PUSCEDDU E’ UNA REALTA’ - Il campano, subito a suo agio in questa categoria dopo una stagione difficile nel mondiale Supersport, si è messo alle spalle la grande sorpresa del venerdì: il 19enne sardo (ma nato a Roma) Emanuele Pusceddu. Salito in Stock dopo la buona stagione nella coppa europea Junior, il pilota Ducati SK Racing by Barni ha centrato un secondo posto importante per il week-end e la stagione (e probabilmente per la sua carriera), chiudendo a un decimo da Russo. AZZURRI PROTAGONISTI - Terzo si è piazzato Florian Marino (Yamaha Pata), seguito da ben quattro italiani: Marco Faccani (Ducati), Roberto Tamburini (Aprilia), Michael Ruben Rinaldi (Ducati) e Raffaele De Rosa (BMW). Leandro Mercado, compagno di squadra più esperto di Rinaldi, è “solo” ottavo, seguito da altri quattro italiani: Andreozzi, Mantovani, Massei, Calia e Marconi. Undici azzurri nei primi tredici posti: un bel segnale, per il motociclismo di casa nostra…

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi