di Federico Porrozzi Anche i piloti Supersport hanno dovuto “fare i conti” con l’arrivo del sole e la pista asciutta. Ad Assen, a fare la differenza con asfalto in condizioni normali nelle libere3 è stato il campione del mondo Kenan Sofuoglu, che in mattinata ha dato oltre un secondo a Kylie Smith, primo degli inseguitori. SORPRESA - Nella Superpole1, sono stati Randy Krummenacher (leader di campionato con la Kawasaki Puccetti) e la sorpresa di giornata Luke Stapleford, con l’unica Triumph iscritta, a guadagnarsi l’ingresso tra i migliori dodici pronti a giocarsi le prime file della griglia di partenza. SOFUOGLU HA IL PASSO - Sia lo svizzero che il britannico, poi, si sono rivelati i grandi protagonisti anche della seconda e decisiva sessione. Krummenacher, infatti, ha chiuso in testa gli ultimi quindici minuti grazie al tempo di 1’39”300, centrando la pole position davanti a Stapleford, secondo per un solo decimo. A chiudere la prima fila, il campione del mondo Kenan Sofuoglu, che rispetto agli altri ha dalla sua il miglior passo gara, evidenziato nel corso delle libere3. BALDOLINI NELLA TOP FIVE - Il vice-campione iridato Patrick Jacobsen (Honda) si è piazzato quarto, seguito dal nostro Alex Baldolini, bravo a tenere alta la bandiera tricolore entrando nella top five di giornata con la MV Agusta. A seguire, Smith, Jezek, Rea, Lorenzo Zanetti (nono con l’altra MV) e Wahr. Più indietro gli altri italiani: Badovini, quindicesimo, comanda una pattuglia formata anche, nell’ordine, da Zaccone, Rolfo, Gamarino, Stirpe e Caricasulo. Ventiquattresimo Bassani.