DOUGLAS - Trionfo italiano al TT 2017 con la Paton che si impone nella Lightweight dopo aver dominato in lungo e in largo i quattro giri della corsa col veterano Michael Rutter,44enne al quinto centro sull'Isola, dove aveva iniziato a vincere nel lontano 1998. Poteva essere addirittura una doppietta perché ai primi rilevamenti uno strepitoso Stefano Bonetti si era issato in seconda posizione, ma il fortissimo quanto sfortunatissimo bergamasco è stato costretto a fermarsi quando stava per completare il secondo giro, a Creg Ny Baa, con la sua Paton che s'è spenta. Le cause non sono ancora state individuate, quel che è certo è che Stefano era in lizza per il successo, a neanche dieci secondi dal battistrada e compagno di colori Rutter.

ONORATA LA MEMORIA - Al di là di questo il successo della S1 con Rutter è un'immensa soddisfazione per il costruttore italiano Roberto Pattoni che aveva raggiunto l'Isola tre giorni fa, dicendo: "Possiamo fare bene, stimo molto le capacità di Bonetti e l'esperienza di Rutter, un loro grande risultato onorerebbe all grande la memoria di mio padre, che il TT lo adorava". Dopo che il figlio Roberto aveva visto i successi delle sue creature tra le classiche del Manx Grand Prix e del TT Classic, ora il glorioso marchio Paton coglie l'ultima gemma mancante al suo palmares: il trionfo in un TT vero e proprio. Dietro Rutter si sono piazzate le Kawasaki di Jessopp e Hickman.

(foto di Gianluca Domenicali)