È stata la pompa della benzina a lasciare a piedi Stefano Bonetti a Creg Ny Baa, quando stava per completare il secondo giro del Lightweight TT, a una manciata di secondi dal leader Michael Rutter, che poi ha vinto la gara.
Molto chiaro a tal proposito il patron Roberto Pattoni: "Mi spiace tanto per Stefano anche se sono felice di aver vinto un TT con Rutter. Ma riuscirci con un italiano sarebbe stata la ciliegina sulla torta. Ieri  abbiamo montato il serbatoio di Rutter alla moto di Stefano e s'è rimessa a andare come un orologio. Sfortuna nera, peccato. Si tratta di un pezzo da 100 euro, neanche nostro ma facente parte della componentistica Kawasaki. Mai avuto un problema del genere. È stato il destino, evidentemente. Ma fin da adesso mi impegno a dare un'altra opportunità a Bonetti, per puntare al gran risultato nel TT 2018".
Stefano lo ascolta e commenta: "Questo mi rincuora, anche se un anno è lungo a passare. Ma la passione e la voglia di rifarmi mi aiuteranno a aspettare. Intanto ringrazio i colleghi che mi hanno citato nella conferenza stampa della premiazione. Il prossimo anno farò di tutto per contraccambiare".

(Nella foto, Stefano Bonetti con Roberto Pattoni)