DOUGLAS - Venerdì finale del TT ricco di brividi, col trionfo sorprendente di Michael Dunlop su Suzuki, che dominando la corsa più importante riscrive la storia di questa edizione, divenendone in extremis il vero protagonista. Sono quindici ora i TT nel suo carniere, con la soddisfazione immensa d'aver portato al successo nella Senior anche la Suzuki, sulla quale ben pochi scommettevano alla vigilia. Discorso opposto per Ian Hutchinson, caduto al ventisettesimo giro. Miglio mentre stava completando il secondo giro e era in lizza per la vittoria. Ricoverato con l'elisoccorso per la frattura di un femore, Ian è stato trasferito in serata a Liverpool. L'incidente, avvenuto in una piega destrorsa, nella quale Hutchy è scivolato in modo apparentemente incruento, ha provocato l'esposizione della bandiera rossa.
 
Al restart della gara, accorciata a quattro giri, Dunlop si è involato, andando a vincere e cogliendo il suo 15esimo centro al TT, con 13"3 sul secondo arrivato Peter Hickman su BMW. Terzo Dean Harrison su Kawa. Gran giornata delle Norton, al sesto posto  con Brookes e al settimo. con Johnson. Gara regolare per gli italiani Bonetti, 24esimo, e Polita, 36esimo. Pagani si è ritirato per problemi tecnici nella prima frazione di gara. A Hickman è andato il Joey Dunlop Trophy, avendo conquistato cinque podi in altrettante gare disputate, mentre l'austriaco Horst Saiger ha vinto il mini-campionato dei piloti privati. Debacle per la Honda che ha rinunciato a prendere la partenza della Senior con Guy Martin, consolatosi finendo terzo. nel TT Zero per moto elettriche vinto dal compagno di colori Bruce Anstey. Quanto ai Sidecar, trionfo dei fratelli Birchall, che hanno fatto l'en plein portando a sei il numero di TT vinti.