Ieri all’alba la Toscana è stata colpita da alcune scosse di terremoto. Zona particolarmente colpita è stata quella del Mugello, dove nella notte si è avvertita la scossa più intensa, di magnitudo 4,5, con epicentro a Scarperia San Piero.

In questo momento di difficoltà per la Toscana e la comunità del Mugello, il circuito ha compiuto un gesto di solidarietà importante: la struttura, che non ha subito danni, è stata messa  a disposizione della comunità, per superare l'emergenza.

“Le verifiche effettuate alle strutture del Circuito hanno evidenziato l'assenza di qualsiasi problematica”, hanno spiegato dal circuito. “Abbiamo anche comunicato agli organi istituzionali che l'autodromo è a disposizione della collettività in caso di necessità".

Il paddock del Mugello, dove di solito si ritrovano piloti, tecnici e meccanici, si è così trasformato in un punto per l'accoglienza. Circa 50 i posti letto messi a disposizione del comune di Scarperia per chi non può rientrare nelle proprie case.

Sulla pagina social del circuito, è comparsa anche una poesia in rima, il cui autore ha voluto rimanere anonimo.

“Il Mugello, conosciuto in tutto il mondo per la mitica pista,
In questo momento saremo noi a starvi vicino e se serve a scendere in pista...
La forma del circuito ora è come la mia penna,
D’una parte c’ho un’arrabbiata che s’impenna...
Dall’altra c’ho un’emozione ed una commozione per questa gente,
Che meritano tutto il nostro aiuto e sostegno in maniera urgente...
Vedere l’autodromo che apre i box per i suoi cittadini,
M’ha preso il Cuore e sono accanto a tutti voi, soprattutto ai più deboli ed ai bambini...
Quindi forza ragazzi e forza Mugello,
In questo momento, come altri, io sono un vostro umile fratello...."