Polvere di Stelle: la risposta romana al circuito di Monza

Polvere di Stelle: la risposta romana al circuito di Monza

La breve e intensa storia dell’Autodromo del Littorio, la pista ricavata dall’aeroporto

24 febbraio 2020

Nel 1921, il terreno di gara più famoso per i veicoli a motore era il circuito semi-permanente di Montichiari, nei pressi di Brescia. In quel momento, in Europa esisteva, dal 1907, un solo autodromo, quello di Brooklands, a sud-ovest di Londra, ma nel nostro Paese operavano industrie motociclistiche e automobilistiche che nutrivano grandi ambizioni. E si stava facendo largo un’ideologia nazionalista ampiamente favorevole a un’affermazione dell’Italia nel contesto europeo. Così nacque l’idea dell’Autodromo Nazionale di Monza. La costruzione iniziò in maggio e si concluse nel tempo-record di 110 giorni. L’inaugurazione avvenne il 3 settembre; cinque giorni

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi