Si tratterà di una 200 Miglia di Daytona “strana”, diversa dal solito. L’allarme Covid-19 mette paura anche negli Stati Uniti. Pur onorando la grande Classica di durata, l’organizzazione ricorre a misure drastiche, ma necessarie: le immense tribune che circondando l’anello della Florida non ospiteranno pubblico pagante.

Ovviamente, gli equipaggi iscritti potranno svolgere il proprio lavoro, con i relativi staff impegnati come se l’evento fosse come un normale weekend di gara. L’accesso sarà consentito anche ai vari funzionari, ai marshall ed agli operatori del circuito.

Ne fanno le spese in tifosi, ma non tutti: coloro che hanno acquistato un pass valevole per il camper, potranno seguire le azioni dei piloti dal camper stesso.

Un mega schermo verrà allestito, per favorire la visione di ogni immagine della pista. Inoltre, verrà offerta la diretta TV e streaming sul canale Trackpass di NBC Sports Gold, Trasmissioni dedicate pure dall’emittente NBCSN, con la copertura di tutti i giri della 200 Miglia.

Non è una soluzione definitiva ma, perlomeno, gli americani correranno. Ora resterà da capire se il personale presente nel paddock indosserà le mascherine protettive. Sembra uno scherzo, ma non lo è: nella confusione del momento, ogni dubbio legato al Coronavirus è lecito.

MotoGP, ufficiale: salta l'Argentina, rimandata a fine novembre