Venti anni fa Max Biaggi e Anna Falchi facevano coppia: i due sono stati legati sentimentalmente - almeno per quello che sono i dati ufficiali - dal 1998 al 2000. Tutt'ora sono ottimi amici e dalla loro diretta Instagram sul canale ufficiale di Max Biaggi traspaiono discorsi e sguardi che sottintendono un profondo affetto. Tanti anche gli scambi di complimenti tra i due ex fidanzati.

"Un sole fra i girasoli"


L’attrice italo-finlandese ha esordito nella diretta dicendo a Max che è “Un sole fra i girasoli”, facendo riferimento allo sfondo che Biaggi utilizza di solito nei suoi collegamenti live.

Poi i due hanno parlato della loro vita di tutti i giorni in questo periodo di lockdown: a differenza di tanti altri intervistati, però, Anna Falchi ha rilanciato con le sue domande a Max Biaggi, chiedendogli anche se ha cominciato a cucinare.

“Ho imparato a fare gli spaghetti al pomodoro, non è facile farli bene”, ha detto il ‘Corsaro’. “Mi sono reso conto che sono una pippa in cucina quando venerdì finalmente, dopo due mesi, è venuta a casa la signora che mi fa le pulizie e le ho chiesto se sapesse fare carbonara. Quando l’ho assaggiata non mi ricordavo neanche come mi chiamavo… era di un buono... Io al massimo preparo petti di pollo alla griglia e insalata”.

L'uovo cotto sull'ombelico


Anna Falchi poi ha raccomandato a Max di non prendere troppo sole, perché fa venire le rughe, e ha raccontato di astenersi completamente dalla tradizione dell’abbronzatura. “Per avere un’idea di quanto il sole possa nuocere, pensa che l’estate scorsa, quando c’erano 40 gradi, mi sono messa un uovo sull’ombelico, come se fosse un padellino, e si è cotto… immagina come si danneggia la nostra pelle” ha raccontato con sguardo ammiccante.

Le provocazioni sono continuate quando Anna Falchi ha raccontato di aver ricevuto un omaggio floreale a casa. "Il fattorino mi ha portato in regalo una mascherina della Lazio, mi dispiace che non ho aperto io perché ero in desabillé, avevo appena fatto la doccia..." racconta.

Avresti potuto fargli un regalo”, stuzzica Max. Il coraggio non ti manca. Se fossi nata uomo altro che pilota, avresti fatto le acrobazie con gli aerei”.

“Forse avrei fatto il pilota di macchine”, replica Anna. “I finlandesi sono forti con le macchine… ti ricordi quella volta che mi portasti a fare un giro con Makinen?”.

Nella diretta Anna ha ricordato l’incidente di Max al Paul Ricard "Dopo facevi la doccia con la busta per la spesa”, racconta. “Ma te la sei passata peggio tre anni fa”, aggiunge , riferendosi al brutto incidente con il Supermotard nel quale Max ha rischiato la vita.

"Adesso tutti si rimettono insieme..."


“Prima di questa quarantena avevi qualche inciucio?” chiede diretta Anna. Max risponde a gesti, facendo capire che qualcosa c’era.

“Poca roba? Perché poi sai con questa distanza… per tutto questo tempo”, tira a indovinare Anna.

Il tempo corre e i due si salutano più volte, ma alla fine la conversazione riprende, e lo scambio di ricordi continua ancora, con il racconto della prima sera che uscirono insieme, in Sardegna, a Porto Rotondo, quando Max portò Anna in sella ad una moto imprestatagli, facendole fare in sella anche le scale che conducevano al porto.  

Alla domanda di un follower: “Perché non tornate insieme?” Anna risponde secca: “Le minestre riscaldate non funzionano”.

“Però, magari più avanti nella terza età…” incalza Max.

“Ma che roba triste, io non lo voglio un Max Biaggi scarcagnato, scusa eh”, ribatte la Falchi con un sorriso dei suoi.

“Magari un po’ così, mezzo claudicante, no?” dice Biaggi, ridendo.

“Chi lo sa, dai? Adesso va di moda, tutti si rimettono tutti insieme... Beh, visto che parliamo d’amore ti mando anche un cuore…” conclude Anna, con il suo sguardo birichino, sempre sensuale ma mai volgare.

In tempi di Coronavirus, succede anche questo. E chissà che le dirette di Max Biaggi durante il lockdown non siano galeotte...

Rossi: in arrivo biennale e nozze con Francesca Sofia Novello?