Immagini di momenti che vorremmo sempre raccontare. A test di Misano completati, alcuni “addetti ai lavori” si sono organizzati per un giro turistico e di allenamento combinato, a bordo di biciclette da corsa.

Per l’occasione, un itinerario - bello ed impegnativo - d’eccezione: dalla Romagna alle Marche, sconfinando dalla via collinare che domina il mare. La Panoramica, strada su cui Valentino Rossi andava a piegare con lo scooter quando era un ragazzino che sognava il Motomondiale.

L’allegra combriccola era costituita da Johnny Rea, Scott Redding, Michael Ruben Rinaldi, Denis Sacchetti, Sandro Cortese, Fabien Foret e altri due bravi pedalatori, ognuno di loro con divisa, scarpe tecniche e caschetto.

Tra una pedalata e l’altra, tra salite e discese, il meritato pranzo. Dove andare se non Da Rossi? La pizzeria del nove volte iridato è a Tavullia, proprio ad un passo dalla Panoramica. Benissimo, gli amici - rivali si sono fermati a mangiare, per poi riprendere a scarpinare.

Il preparato ed atletico Sacchetti, protagonista di specialità massacranti come l’IronMan e team manager Go Eleven, ha notato come il pilota inglese del team Ducati Aruba Superbike sia abile (anche) in sella ad una due ruote sprovvista di motore:Siamo partiti da Misano e, attraverso la Panoramica, siamo arrivati a Pesaro. Passaggio a Tavullia, poi verso San Marino, Montescudo e ritorno a Cattolica. Una giornata divertente in bella compagnia. Questi non vanno forte solo in moto, sono veloci pure in bici! Scott Redding fa paura". Bé, detto da uno allenatissimo come Denis, c’è da crederci. Ora non resta che chiedere ai ragazzi cosa abbiano mangiato di buono e, soprattutto, cosa abbiano bevuto...

La storia vincente di Lucio Cecchinello