La stagione 2020 ha visto Energica Motor Company protagonista come costruttore unico nella FIM Enel MotoE World Cup, per la quale ha un contratto fino al 2022. E proprio sulle piste del Motomondiale nasce la partnership strategica con Dell'Orto: le Energica Ego Corsa della serie iridata sono infatti equipaggiate con sistema di acquisizione Dell’Orto DoDATA.

E-Power è il nome del progetto che lega le due aziende: si tratta di un innovativo sistema di propulsione elettrico per la mobilità urbana sostenibile.

E-Power: iniziano i primi test


Le attività di ricerca studio, progettazione, simulazione e test sui componenti, proseguite incessantemente anche durante il lockdown, si sono concluse e il sistema completo ha iniziato i test al banco prova. 

E-Power è in grado di abbracciare la fascia di potenza da 2,5 fino a picchi di 15kW, con prestazioni analoghe agli equivalenti da 50 a 125 cc. E l’autonomia si può estendere fino ad oltre 100km.

E-Power nasce dunque per soddisfare tutte le esigenze in ambito urbano e si può ricaricare dalle prese domestiche senza la necessità di infrastrutture di ricarica. 

Il sistema sviluppato da Dell’Orto ed Energica si distingue per la forte integrazione che riduce il numero di componenti, con conseguente semplificazione.

MotoE Francia: Tuuli vince, Torres è campione del mondo

Dallo sport alla scala industriale


Le strategie di controllo del sistema si sono avvalse dell’esperienza decennale di Energica nel comparto elettrico (stradale e racing), e di quasi 90 anni di esperienza di Dell’Orto nella moto, e si sposano con le conoscenze specifiche di Dell’Orto per applicazioni di piccola e media taglia su scala industriale. 

Grazie a E-Power, l’Electric Motor Valley italiana creata da Energica sul territorio emiliano ed esportata poi in Italia e all’estero, amplia dunque il proprio raggio dal segmento performante a quello urbano, rispondendo quindi a nuove esigenze di mercato.

Una partnership per beneficia anche della presenza produttiva, tecnica e commerciale di Dell’Orto in Paesi-chiave come Cina e India, dove le due ruote elettriche rappresentano la risposta ideale per gli spostamenti nelle congestionate megalopoli asiatiche, ma anche in Europa dove la mobilità urbana elettrica leggera si sta diffondendo in maniera significativa.

Un sistema “intelligente”


La collaborazione tra Energica e Dell’Orto da quest’anno si estenderà oltre, grazie al progetto CEMP, finanziato da Regione Lombardia e finalizzato ad un sistema di propulsione “intelligente” che riunisce le caratteristiche di ecologia, sicurezza e connettività, portando il progetto sui filoni di sviluppo in linea con i megatrend attuali: mobilità elettrica, connettività e ADAS.

MotoE: Jordi Torres confermato con Pons nel 2021