A Guido Meda il primo premio alla memoria di Fiammetta La Guidara

A Guido Meda il primo premio alla memoria di Fiammetta La Guidara

Durante la cerimonia dei Caschi d'Oro e Volanti ACI 2021, il telecronista della MotoGP è stato premiato da Tarcisio Bernasconi con la targa che porta il nome della nostra giornalista, scomparsa lo scorso febbraio

Redazione

22 dicembre

Il motorsport e il giornalismo sono state le sue passioni più grandi. Per chi ha avuto l'onore di conoscere Fiammetta La Guidara, il suo sorriso resterà indimenticabile proprio come il suo entusiasmo. Scomparsa troppo presto lo scorso febbraio, Fiammetta era un ospite fisso di ogni edizione dei Caschi d'Oro e Volanti ACI, insieme a suo marito Tarcisio Bernasconi.

E anche quest'anno il suo ricordo ha accompagnato la serata degli Oscar del mondo delle corse organizzata da Autosprint andata in scena nella sede dell'Automobile Club Milano sabato 18 dicembre. Il tanto affetto nei suoi confronti è diventato un premio, voluto fortmente dai padroni di casa, il direttore di Autosprint Andrea Cordovani e il presidente dell'ACI Angelo Sticchi Damiani. 

Il sorriso di chi era il motorsport


È stato Guido Meda, noto giornalista e commentatore televisivo della MotoGP, a ricevere per primo il Premio "Fiammetta La Guidara", consegnato proprio da un commosso Tarcisio: "Voglio ringraziare Cordovani e Sticchi Damiani per aver istituito questo premio perché Fiammetta se lo merita: voglio ricordare mia moglie col sorriso. Sono molto felice di premiare Guido perché l'ultimo pomeriggio di Fiammetta me lo ricordo, fece un'intervista proprio a lui. Era così entusiasta della chiacchierata, venne nel mio ufficio a dirmi quanto si era divertita. Fiammetta non era solo la voce del motorsport, era proprio il motorsport. Era quel sorriso che cariva tutti, anche a me nei monenti difficili. A me manca tanto ma credo che manchi tanto anche a tutto il nostro mondo".

Accompagnato dagli applausi di tutti i presenti, Meda, molto emozionato, ha voluto ricordare la tanta stima dei colleghi verso una giornalista professionale ed appassionata: “Sono onoratissimo di essere su questo palco, sono molto emozionato. Sono fierissimo. Ho la sensazione che Fiammetta fosse una che voleva bene al suo mondo, voleva bene alle persone, che non era capace di entrare nelle polemiche. E Dio solo sa quanto altro ancora ci sarebbe stato bisogno di avere quel tipo di professionalità e quel tipo di serenità attorno a noi, per cui sono onoratissimo e commosso. Lo ricevo davvero con emozione, grazie”.

 

 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da guidomeda (@guidomeda)

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi