L’abbigliamento del pilota: come è cambiato negli anni?

L’abbigliamento del pilota: come è cambiato negli anni?© GPAgency

Dalla semplice tuta in pelle e casco a scodella ai moderni sistemi di sicurezza. L’evoluzione dei sistemi di protezione

28 dicembre

Il progresso tecnologico nell’abbigliamento ha aiutato e migliorato la sicurezza dei piloti, riducendo drasticamente gli infortuni e le morti in pista. Ma come è cambiato nel corso degli anni? Vediamolo insieme

Tuta di pelle e casco a scodella


Se nelle prime gare l’abbigliamento tecnico per andare in moto era costituito da un maglione a collo alto, pantaloni alla zuava e stivali con le stringhe, le prime vere tute si iniziano a vedere durante la stagione 1950 del Motomondiale grazie al britannico Geoff Duke. La semplice tuta in pelle aveva però una grossa limitazione: proteggeva dalle abrasioni ma

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi