Il pilota del CIV Superbike Andrea Mantovani è passato a trovarci allo stand Motosprint di EICMA e ci ha raccontato com’è andata la stagione, conclusa con un bel rush finale, che lo visto sul podio al Mugello, con la BMW del team Tutapista. Una stagione impegnativa per lui, considerando che è un pilota-lavoratore.

Quest’anno ho fatto il CIV Superbike in sella alla BMW e non è assolutamente facile conciliare le due cose. Alzarsi la mattina alle 6 e mezzo, lavorare e poi andare ad allenarsi è sempre dura. Ma è bello essere impegnati e mio padre dice sempre ‘impara l’arte e mettila da parte’. Poi un domani vedremo, magari con una Superbike mondiale farò solo quello”, spiega Andrea Mantovani a Mirko Colombi nella nostra intervista esclusiva.

“Sono felice di aver trovato la sistemazione nel team Tutapista di Fabrizio, ho fatto le ultime gare con i big, con la BMW del 2018, neanche l’ultima… quindi sono contento”.

Alla domanda se è stata maggiore la delusione di quando la sua moto non accelerava più al Mugello o la felicità del podio nella gara dopo, Mantovani ha detto: “Il podio è venuto dopo, quindi mi è rimasto di più quello, ma cavolo, mancava solo un giro… non so perché si sia rotto l’acceleratore… forse si è traumatizzato per quanto lo giravo…”

Per ascoltare tutta l’intervista, guarda il nostro video esclusivo!