"Abbiamo fatto questo campionato monomarca dove abbiamo corso con le V7. Moto Guzzi ha deciso di fare questa avventura insieme a noi. Noi abbiamo preparato un kit, loro ci hanno creduto fino fondo, è venuta questa moto bella e divertente, tutti si sono divertiti e abbiamo avuto un numero di iscritti positivo", dice Vittoriano Guareschi nella nostra intervista esclusiva.

“Il bello della moto è che essendo facile, tutti la possono portare al limite. Poi è chiaro che un pilota che ha corso per tanti anni arriva a sfruttarla tutta e può fare delle cose che magari la gente vedendola da fuori non immagina. E’ a tutti gli effetti una moto da pista… Il progetto 2020? Si continua con il Trofeo Fast Endurance, Moto Guzzi vuole ripetere questa avventura con noi, con alcune novità…” aggiunge Gianfranco Guareschi.

“La MotoGP? E un po’ troppo Marquez, ma non è colpa sua…” dice ancora Vittoriano.

Per ascoltare tutta l’intervista dei fratelli Gianfranco e Vittoriano Guareschi, guarda il video qui sotto!