Aria di novità per la categoria Lightweight. La classe riservata ai motori bicilindrici di media cilindrata modificherà infatti il proprio regolamento tecnico con lo scopo di coinvolgere un maggior numero di Case costruttrici a partire dalla prossima stagione.

Sia alla North West 200 che all'Ulster GP - così come nelle gare National irlandesi - le gare della categoria sono sempre state estremamente incerte, con arrivi in volata e bagarre di gruppo che hanno avvicinato un gran numero di appassionati alla specialità. Indimenticabile, ad esempio, la vittoria dell'italiano Stefano Bonetti alla North West 200 del 2018 in sella alla Paton S1-R.

Anche al Tourist Trophy la categoria ha acquisito sempre un maggior prestigio con il passare degli anni, con le ultime stagioni che hanno visto in lotta per vittoria la Paton - vincitrice sia con il "re" di Macau Michael Rutter, sia con Michael Dunlop - e la Kawasaki, grande dominatrice dei primi anni.

Cilindrata massima di 700cc: Aprilia e Yamaha in arrivo


In questi ultimi anni, la scelta delle squadre era limitata fondamentalmente a tre modelli di base: la Suzuki SV650, la Paton S1-R e la Kawasaki Z650, con la Norton Superlight come quarta scelta ma ancora acerba e non particolarmente competitiva neanche con grandi piloti come Hickman, Todd e McGuinness alla guida.

Il passaggio da 650 a 700cc come cilindrata massima permetterà però l'introduzione di due nuovi modelli: l'Aprilia RS660, presentata da poco e già ben vista da numerose squadre e la Yamaha MT-07, già utilizzata nel MotoAmerica e vincitrice di diverse gare quest'anno. 

Ian Lougher: "Sarà un confronto interessante"


Uno dei grandi protagonisti della categoria Lightweight è Ian Lougher, road racer dalla grande esperienza e dieci volte vincitore al Tourist Trophy, che ai microfoni di Bennetts UK si è detto entusiasta del cambiamento: "Sarà interessante vedere così tanti modelli al via. Si sentiva il bisogno di qualcosa di nuovo e sono contento di confrontarmi con moto diverse, visto che noi correremo ancora con la Paton. In America la Yamaha è già competitiva, mentre l'Aprilia è un progetto nuovo e molto accattivante. Potrebbero salire un po' i costi, ma ne vale la pena. Spero ci sia una entry list ampia nel 2021".

Bostrom "grattatutto": con una grossa Harley, Ben batte le carenate