Il 2020 è stato un anno avaro di emozioni per gli amanti delle Road Races, con la sola Cookstown 100 e le gare inglesi di Scarborough rimaste in calendario e, soprattutto, la cancellazione - per la terza volta in oltre cento anni di storia - del Tourist Trophy sull'Isola di Man. Per il 2021, invece, l'isola più amata dagli appassionati di moto è pronta ad ospitare nuovamente la corsa più antica del mondo.

Qualifiche dal 30 maggio al 4 giugno


La corsa-cardine della stagione di gare su strada andrà in scena, come di consueto, tra l'ultima settimana di maggio e le prime di giugno, con numerose giornate di prove ed una settimana di gare che culminerà il venerdì con il Senior TT, gran finale dove spesso i piloti riescono a registrare tempi sul giro incredibili sui 60 kilometri del Mountain Course.

Le qualifiche si svolgeranno da domenica 30 maggio a venerdì 4 giugno. Sessioni che, tuttavia, determineranno l'ordine di partenza soltanto dal pilota numero 21 in poi, visto che i primi venti partiranno con un ordine prestabilito in base al numero assegnato sulla carena. In queste ultime stagioni, a partire per primo è stato l'idolo casa Conor Cummins, che sarà ancora una volta presente con la Honda del team Padgett.

Road Races: Chris Burns, dalla MotoGP al Tourist Trophy nel 2021

Gare dal 5 all'11 giugno


La settimana di gare sarà da sabato 5 a venerdì 11 giugno e si correrà a giorni alterni. Si comincerà il primo giorno con la Superbike, per terminare con il Senior TT dopo aver disputato anche le due gare della Supersport, le due dei Sidecar, la Superstock 1000 e la Lightweight, che per il 2021 avrà anche un nuovo regolamento tecnico.

Non ci sarà, invece, il TT Zero riservato alle moto elettriche. La categoria sperimentale, nata nel 2010 dalle ceneri della TTXGP, dovrebbe tornare nel 2022 dopo due anni di stop, sperando in un maggior numero di partecipanti dopo le entry list di appena una decina di moto delle ultime stagioni, dominate dalla Mugen.

Road Races: Dean Harrison ancora con Kawasaki per la stagione 2021