Durante il fine settimana è andata in scena l'ultima manifestazione sportiva motoristica del 2020, ovvero la celebre corsa su strada della Nuova Zelanda al Cemetery Circuit di Wanganui, denominata anche "il TT neozelandese" per il suo percorso estremo.

Il grande protagonista della manifestazione è stato il pilota di casa Damon Rees, che ha conquistato ben tre vittorie in altrettante gare. Un Rees che ha vissuto una stagione di alto livello nella Superstock 1000 britannica, dove correrà anche nel 2021 in sella alla BMW dell'Ashcourt Racing come compagno di team di Lee Johnston.

Rees imprendibile per tutti


Damon ha gareggiato in sella ad una Honda CBR1000RR del team di famiglia, con cui ha iniziato nel migliore dei modi la manifestazione grazie alla vittoria nella prima delle due gare della categoria Formula 1 riservata alle Superbike, in cui ha preceduto la vecchia conoscenza del Tourist Trophy e plurivincitore della NZSBK Daniel Mettam ed il fratello Mitch Rees.

Rees ha poi ottenuto il medesimo risultato anche in Gara 2, tagliando il traguardo in prima posizione davanti a Scott Moir e Daniel Mettam. Per chiudere in bellezza, è poi arrivato anche il trionfo nella Feature Race dedicata alla memoria di Robert Holden davanti al fratello Mitch Rees.

Va tuttavia segnalato che, contrariamente alle precedenti edizioni, pochi road racer o piloti di fama internazionale hanno preso parte alla contesa, come Peter Hickman, Richard Cooper, Lachlan Epis o il già citato Lee Johnston, grandi assenti che negli scorsi anni sono stati protagonisti a Wanganui.

Road Races: Dean Harrison e Silicone Engineering al via dell'IRRC nel 2021