Dopo la cancellazione del Tourist Trophy per il secondo anno di fila, anche gli organizzatori delle altre corse su strada hanno iniziato a mettere in dubbio le possibilità di svolgimento degli eventi, complice anche l'impossibilità di correre a porte chiuse senza grosse perdite dal punto di vista economico.

Con l'arrivo della nuova ondata di Covid-19, poi, il Regno Unito e l'Irlanda sono finite in un lockdown durissimo da superare e l'impossibilità di fare previsioni ha portato gli organizzatori della Kells Road Race a cancellare l'evento, previsto inizialmente per il 19 e 20 giugno.

John McGuinness nuovo Membro dell'Ordine dell'Impero Britannico

Un possibile effetto-domino


Il Tourist Trophy e Kells sono, al momento, le uniche corse su strada ufficialmente cancellate, ma si potrebbe verificare un vero e proprio effetto-domino nelle prossime settimane, in quanto numerose gare sono già a rischio.

A fine gennaio verrà presa una decisione definitiva riguardo la North West 200 di maggio, così come per le piccole corse National che, con un eventuale evento senza spettatori, andrebbero in perdita economicamente. Anche le altre gare sull'Isola di Man, ovvero la Southern 100 al Billown Circuit, il Classic TT ed il Manx GP non dormono sonni tranquilli, seppur previste per agosto e settembre.

Road Races: Damon Rees dominatore del "TT neozelandese"