Tourist Trophy: grandi novità in arrivo per il biennio 2022-2023

Tourist Trophy: grandi novità in arrivo per il biennio 2022-2023© IOMTT

Dopo due anni di assenza a causa del Covid, la corsa più affascinante del pianeta è pronta a tornare rinnovandosi, con nuovi regolamenti, copertura televisiva e più gare in programma

Il Tourist Trophy è ormai pronto a tornare: dopo due anni d'assenza a causa della pandemia da Covid-19, infatti, la celebre corsa dell'Isola di Man ha già ricominciato da alcuni mesi a lavorare in vista delle prossime edizioni, introducendo diverse novità e rinnovandosi in vista del biennio 2022-2023.

Copertura televisiva in diretta


La novità più grande riguarda la copertura televisiva. Se fino all'edizione 2019 era infatti possibile soltanto seguire il live timing con la radicoronaca, potendo poi contare sugli highlights delle gare in differita, dall'anno prossimo le corse contro il tempo più celebri del mondo verranno trasmesse in diretta, in maniera gratuita, sui canali dello stesso Tourist Trophy, come accaduto in passato con la prima edizione del Virtual TT.

Un'aggiunta che toglie parte del fascino del TT, seguito con attenzione e con "carta e penna" dagli appassionati, ma che permetterà di abbracciare un bacino di utenza ben più ampio.

Road Races: Dean Harrison grande protagonista alla Spring Cup

Rivoluzione tecnica per Lightweight e Sidecar


Nel 2022 ci saranno anche delle novità dal punto di vista regolamentare, specialmente per quel che concerne le classi Lightweight e Sidecar. La prima cambierà denominazione divenendo (come già accade nella quasi totalità delle altre corse su strada) la categoria Supertwins, con maggiori possibilità di modifica da parte dei vari costruttori e più moto ammesse al via, tra cui la nuovissima Yamaha R7 e l'Aprilia RS660.

Per quel che riguarda i Sidecar, invece, aumenterà sensibilmente la potenza dei propulsori. Se fino allo scorso anno erano, di fatto, dei motori Supersport da 600cc, dal 2022 la cilindrata salirà a 900cc ed è quindi lecito aspettarsi un sensibile miglioramento del record assoluto sul giro.

TT 2022, Adam McLean: “Sarà come correrci per la prima volta”

Dieci gare dal 2023


Infine, a partire dall'edizione del 2023, cambierà anche il numero di gare in programma, che passerà da otto a dieci grazie all'introduzione di una seconda gara anche per Superstock e Supertwins, come accade già per la Supersport e per i Sidecar, oltre che la Superbike e il Senior TT. Ciò comporterà anche un aumento dei giorni in cui i piloti saranno impegnati in gara, da quattro a sei.

SBK: Carl Fogarty, i numeri di una carriera incredibile

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi