In maniera inaspettata e con effetto immediato, il road racer austriaco Horst Saiger ha annunciato il proprio ritiro dal mondo delle corse. Una decisione arrivata ad un anno di distanza dal terribile incidente di cui si è reso protagonista durante una giornata in pista al Red Bull Ring, dove rimase senza freni e cadde con gravi conseguenze finendo addirittura in coma per una settimana.

Nonostante sia tornato in sella negli scorsi mesi, Horst ha deciso di appendere definitivamente il casco al chiodo dopo una lunga carriera ad alto livello e dedicarsi così alla famiglia e ai due figli, uno dei quali nato proprio pochi mesi prima dell'incidente.

Road Races: Michael Dunlop vince la Race of Legends di Armoy

Una seconda giovinezza nelle road races


Dopo numerose stagioni nel mondiale endurance, il forte pilota austriaco ha deciso di passare alle corse su strada iniziando dalla tappa dell'IRRC di Terlicko in Repubblica Ceca, innamorandosi della disciplina e prendendo parte nel 2013 al Tourist Trophy come newcomer. Ad oggi, è il quinto miglior esordiente di sempre nella celebre corsa sull'Isola di Man, dove a detta dello stesso Saiger "si provano sensazioni che sono impossibili da provare in qualunque altro posto nel mondo".

Inoltre, Horst vanta diverse apparizioni anche al Classic TT, dove ha ottenuto due podi, all'Ulster GP, alla North West 200 e al Gran Premio Motociclistico di Macau, dove vanta una top six come miglior piazzamento. Un palmarès che lo rende uno dei road racer dell'Europa continentale più forti della storia.

SBK: Fritz ed Hanika wild card nel Round di Most