Quello svoltosi sul circuito stradale olandese di Hengelo, teatro del terzo round dell'International Road Racing Championship, è stato un fine settimana semplicemente perfetto per Andrea Majola e la Paton. In sella alla moto italiana preparata dal team VAS Engine, "Majo" ha infatti conquistato in anticipo il titolo di campione per quel che riguarda la classe riservata alle bicilindriche (Belgian Twin Trophy) dominando l'intero fine settimana.

Dopo essere partito dalla pole position ed aver siglato il nuovo record del tracciato, l'italiano ha vinto con ampio margine sia Gara 1 che Gara 2 in sella alla S1-R, in entrambe le occasioni davanti a Denny Lannoo e a Sander Claessen, rispettivamente secondo e terzo in tutte e due le manche.

European Hill Climb: titoli per Bonetti, Bottalico e Testoni a Julbach

Majola: "Un fine settimana incredibile"


Andrea non ha nascosto la propria soddisfazione per aver vinto in un circuito a lui poco noto in precedenza: "Avevo corso a Hengelo soltanto tre anni fa con una 1000, perciò i primi giri in prova con una moto completamente diversa sono stati una sorta di novità per me. Tuttavia, insieme al team sono riuscito a trovare fin da subito un ottimo setup che ci ha permesso di essere molto veloci e di siglare tempi da record".

"Parlando delle gare, sono contento di essere riuscito ad imporre il mio ritmo. In Gara 1 ho avuto qualche problema in partenza, ma dopo poche curve ho riconoquistato la leadership e da lì non l'ho più persa, proprio come in Gara 2. Ciò che conta di più, però, è che abbiamo vinto il titolo di categoria con un round d'anticipo, il che ha reso il fine settimana davvero incredibile e sono al settimo cielo per questo grande traguardo", conclude il road racer tricolore.

CIV: Black Flag Motorsport e Kawasaki al via della Superbike nel 2022