NW200: doppietta di Irwin in SBK, ma è polemica contro le gomme Dunlop

NW200: doppietta di Irwin in SBK, ma è polemica contro le gomme Dunlop© North West 200

Il nordrilandese ha conquistato la vittoria in entrambe le gare della categoria, portando i suoi trionfi consecutivi a 6. Tuttavia, nella seconda manche oltre metà griglia non ha preso il via: ecco perchè

Quella che sarebbe dovuta essere la categoria più importante della North West 200 di quest'anno, la Superbike, si è trasformata in quella più controversa: nonostante due belle gare, infatti, l'assenza di tutti i piloti gommati Dunlop in Gara 2 ha fortemente condizionato il gran finale dell'evento, con il poleman Glenn Irwin assoluto protagonista.

NW200: Cooper dominatore tra le Supertwins, Majola in top ten

Gara 1: quinto trionfo per Glenn Irwin


Diventato ormai il protagonista numero uno della classe Superbike delle ultime stagioni, il poleman Glenn Irwin ha scritto un pezzo di storia grazie al trionfo in Gara 1. Il pilota di Carrickfergus ha infatti conquistato il quinto trionfo consecutivo nella categoria (con tre moto diverse: Ducati, Kawasaki e, ora, Honda), tagliando il traguardo davanti alla Padgett Honda di Davey Todd al termine di un lungo duello.

Terza piazza per Richard Cooper con la Buildbase Suzuki, seguito da un ottimo Josh Brookes. L'australiano, al via per la prima volta dal 2014, si è inserito immediatamente tra i protagonisti della corsa in sella alla Ducati Panigale V4 R del team PBM, chiudendo davanti ad Alastair Seeley. Gara complicata per il recordman al TT Peter Hickman, che dopo un lungo al primo giro ha dato vita ad una furiosa rimonta salvo poi alzare bandiera bianca per un problema alle gomme.

Gara 2: Irwin si ripete, con una griglia dimezzata


La seconda manche della Superbike sarebbe dovuta essere il gran finale dell'evento al Triangle Circuit, ma è stata fortemente condizionata dalle gomme. Per ragioni di sicurezza, infatti, tutti i piloti gommati Dunlop non hanno preso parte a Gara 2, la quale è partita con una griglia davvero povera di partenti e senza alcuni sicuri protagonisti quali Hickman, Todd, Dunlop, Harrison, Cummins e McCormack, i quali non hanno nascosto il grande disappunto per questa debacle forzata dal "main event".

Seppur con poche moto al via, comunque, la gara ha avuto un grande motivo d'interesse in Glenn Irwin, il quale ha vinto ancora una volta portanto a 6 il numero di successi consecutivi in Superbike. Il pilota del team Honda Racing UK ha preceduto sotto la bandiera a scacchi Richard Cooper sulla Suzuki e un fantastico Josh Brookes, a podio con la PBM Ducati. In top five anche due leggende delle corse su strada, con Ian Hutchinson quarto davanti a John McGuinness.

La delusione da parte dei road racer che non hanno preso parte alla seconda gara è comprensibile, ma potranno consolarsi tra pochi giorni con l'inizio dell'evento più importante dell'anno: il 28 maggio scatterà infatti l'edizione 2022 del Tourist Trophy sull'Isola di Man.

NW200: vittorie per Johnston e Seeley in Supersport e Superstock

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi