L'inchiesta: Tourist Trophy, correre o non correre?

L'inchiesta: Tourist Trophy, correre o non correre?© Fabio Armanino

Dopo un'edizione funestata dalla morte di cinque partecipanti, sentiamo le voci di chi ha corso al TT e giura fedeltà alla gara più pericolosa

Dopo l’ultima edizione del Tourist Trophy si sono sprecati commenti del genere: “Non è una gara, è un massacro”. “Non si può continuare così”. “Troppi morti, basta”. “Che diavolo di gara è?”. Sono le parole che i lettori hanno postato su Facebook ogni volta che, nel mese scorso, abbiamo dato notizia dei cinque tra piloti e passeggeri dei sidecar che hanno perso la vita al TT.

Almeno altrettanti sono stati i post di tenore opposto, così siamo anda

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora
  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi