Tre giorni di prove a Misano per il Suzuki Test Team. Molte le novità. Randy de Puniet ha provato un nuovo telaio, nuove specifiche di motore e una carena con alcune modifiche rispetto a quello che si è visto fino a ora. Superlavoro per Randy de Puniet e il collaudatore Nobuatsu Aoki: oltre 100 giri, concentrati soprattutto sulla messa a punto, per capire come orientarsi per il prossimo test, previsto al Mugello per la prossima settimana. Randy de Puniet: «Sono contento perché il grip al posteriore è migliorato molto, così come la stabilità in frenata. Abbiamo lavorato sul controllo di trazione per adeguarlo al nuovo motore, e abbiamo ottenuto una miglior risposta in accelerazione. Abbiamo anche migliorato il passo con le gomme usate, e l’ingresso in curva. Adesso sarà importante il prossimo test, al Mugello per capire se stiamo andando nella direzione giusta». Davide Brivio, Team Manager Suzuki: «Penso che abbiamo fatto un buon lavoro. È positivo che tutte le novità arrivate dal Giappone si siano trasformate in migliorie. Siamo sulla direzione giusta per elettronica e setting e Randy ha fatto parecchi giri permettendoci di raccogliere molti dati». Il prossimo test di Suzuki è programmato per le giornate del 24 e 25 di settembre sul tracciato del Mugello.