Stefan Bradl non è più un pilota del Team Forward. Il tedesco, ex campione del Mondo della Moto2 ha potuto risolvere il contratto che lo legava al Team di Cuzari perché Forward Racing non lo ha messo in condizione di svolgere il lavoro per cui Bradl era retribuito. Anzi... dato che si tratta di mancato adempimento, il Team Forward dovrà continuare a pagare il pilota tedesco, che è già in cerca di un’altra moto con cui gareggiare nella seconda metà del campionato. Al 90%, già dal GP Indianapolis, Bradl salirà sulla Aprilia RS-GP. Un bel colpo per la Casa di Noale. Se volete approfondire quello che sta accadendo al Team Forward ed in MotoGP, leggete qui. Riccardo Piergentili