Fin dall'inizio della stagione, questo mondiale Superbike finora può essere ricordato per la dominazione quasi assoluta da parte di Jonathan Rea e del Kawasaki Racing Team. Nei dieci round però c’è stata anche l’ascesa di Ducati e del suo team ufficiale, capaci di conquistare quattro successi di gara, tutti con Chaz Davies. “Anche ad inizio anno ci aspettavamo un Jonathan Rea davvero competitivo in sella alla Kawasaki – la moto da battere” ha affermato Ernesto Marinelli, il responsabile del Progetto Superbike di Ducati. “Noi però abbiamo dimostrato che si possono battere ed ora dobbiamo cercare di farlo il più possibile!” “Sono davvero felicissimo di questo risultato ottenuto a Sepang. Su questa pista l’anno scorso avevamo avuto tante difficoltà e poter fare bene era sicuramente un obiettivo difficile", è il commento di Ernesto Marinelli. "Il team ha lavorato benissimo, sfruttando al meglio tutte le evoluzioni e le esperienze fatte in questi mesi. Chaz ha coronato il weekend con una guida magistrale ed un temperamento incredibile che ha portato la nostra Panigale di nuovo alla vittoria in gara 2. Ora ci aspetta qualche settimana di vacanza prima di tornare al lavoro. Andarci dopo questi risultati è sicuramente positivo per il morale e per ricominciare con ancora più entusiasmo al rientro", ha detto Marinelli.