La Yamaha M1 di Jorge Lorenzo ha messo le ali, come la Ducati ed è subito balzata in testa alla classifica dei tempi delle FP2. Il pilota di Palma de Maiorca è stato il primo a provare le nuove appendici aerodinamiche nel box Yamaha, e ne ha subito trovato giovamento. lorenzo_aliLorenzo, alla sua prima uscita con la M1 modificata con le due piccole ali sul cupolino, in posizione più alta rispetto a quelle della Ducati, ha fatto segnare il giro record 1.32.871, mettendosi dietro i due piloti ufficiali della Honda Marc Marquez e Dani Pedrosa. Quarto tempo per Andrea Dovizioso con la prima delle Ducati, poi quinto, Valentino Rossi, che ha recuperato terreno rispetto alle prima sessione del mattino, riducendo il gap a 0,598s da Lorenzo. Migliora e di molto anche Danilo Petrucci, che porta la sua Ducati GP14.2 dal tredicesimo al settimo posto, poi Michele Pirro che è passato dalla terza alla nona posizione nel turno pomeridiano di prove della MotoGP. Più staccato Andrea Iannone, autore del tredicesimo tempo e di una caduta. A terra è finito anche Alex De Angelis (23° nelle FP2), che è scivolato nella seconda curva dopo il rettilineo. I due non hanno riportato conseguenze. CLICCA QUI PER I TEMPI FP2 DELLA MOTOGP A MISANO