In qualità di nuovo direttore generale di KTM Spagna, Marc Coma ha lanciato il sasso, e ovviamente l'onda è stata evidente: «La KTM ha già contattato Marc Marquez, non vedo perché non dovrebbe rifarlo». Il mercato MotoGP verso il 2021 è già iniziato. Del resto, fare due più due non è difficile, con il partner del progetto MotoGP della KTM che è a sua volta Made in Austria ed è la bibita energetica sponsor di Marquez. «Oltretutto Marc è stato già parte della famiglia KTM» ha aggiunto Coma, ricordando come le prime due annate – nel lontano biennio 2008-09 quando ancora si parlava di 125 – Marquez (nella foto sotto) le disputò non ancora maggiorenne su una moto austriaca. 

Come Valentino: Coma è un nome noto soprattutto per i trascorsi dakariani, con cinque successi e poi con il ruolo di direttore generale, ma è una figura altrettanto nota in Spagna. E in parecchi hanno letto l'approdo di Coma come di un tentativo per convincere Marquez, appassionato di Dakar al punto da esprimere il desiderio di correrla, in vista del 2021. Quando Marc – in scadenza di contratto con la Honda a fine 2020 – avrà 27 anni e quindi sarà nel pieno della maturità e potrebbe vantare già nove titoli mondiali. Gli stessi di Valentino Rossi, l'idolo poi diventato nemico che Marc potrebbe pensare di sorpassare ripetendo una mossa del Dottore: il passaggio dalla Honda, la Casa più grande del pianeta, all'incognita di una moto la cui competitività è lontana dal vertice. 

Il secondo passo: Parlare di mercato in vista del 2021 è complicato ma vi proponiamo un modo per farlo attraverso il sondaggio. I piani però iniziano a essere progettati ora, con largo anticipo, del resto la Ducati progettò per lungo tempo l'arrivo di Jorge Lorenzo con lo stipendio da record per la MotoGP. La KTM ha vissuto il primo passo nella classe regina, ora ha convinto un pilota di medio-alto livello come Johann Zarco – autore di pole position e podi, ma non ancora di un successo in un GP – per avvicinarsi al vertice della MotoGP. E quello sarà il momento in cui la Casa austriaca darà l'assalto a un top rider vero e proprio. Ma a livello mediatico, forse, l'assalto è già iniziato: «Quando la moto sarà pronta per vincere, cosa ci impedirà di avere Marquez con noi?».