Parola di Marquez, Alex in questo caso: per vedere il campione del Mondo della MotoGP al 100% servirà attendere il GP Qatar, debutto della stagione 2019. Da qui al 10 marzo mancano quasi due mesi, che saranno utili a Marc Marquez per completare il recupero dall'operazione alla spalla sinistra di sei settimane fa. 

Malesia: Marc sarà presente nei test di Sepang, dal 6 all'8 febbraio, prima uscita del 2019 per la MotoGP, che fino all'inizio di febbraio manterrà chiusi i battenti per regolamento. Ma non sarà ancora al 100%. «Il recupero dall'operazione alla spalla di Marc procede bene, ma affrettare i tempi sarebbe sbagliato, quindi in Malesia andrà con cautela. Può permetterselo, anche perché nei test di Valencia e Jerez si è portato avanti con il lavoro» ha ammesso a TVE il fratello Alex, pur sapendo che il concetto di “cautela” non è familiare a Marc Marquez. 

Indicazioni: proprio Alex è colui che più di tutti conosce le condizioni di Marc. In più di un'occasione è stato il fratello minore ad aiutarlo a rimettere in sede la spalla – come nel giro d'onore di Motegi, subito dopo il settimo titolo mondiale – e ora è proprio il pilota del Team Marc VDS della Moto2 ad allenarsi con il fenomeno della Honda, tra palestra, corsa, bici e off-road. Alex suggerisce che il vero Marc si vedrà nel GP Qatar. «Lì sarà al 100%». Un modo implicito per invitare gli osservatori a leggere con attenzione le indicazioni provenienti dai test invernali programmati a Sepang e poi proprio a Losail, dal 23 al 25 febbraio. Quindi, per assistere al primo vero confronto in casa HRC tra Marquez e Lorenzo, dodici titoli in coppia otto dei quali in MotoGP, servirà attendere il primo weekend in un cui verranno assegnati punti iridati.