1 di 8

Per raccontare la carriera di Kenny Roberts Junior, dobbiamo tirare in ballo aneddoti realmente, accaduti, chiamare in causa personaggi illustri, rievocare miti e “divinità” scese nella Terra delle due ruote: il motociclismo.

Dalla California al Mondiale, sembra facile dirlo, meno farlo. Il ragazzo di Modesto (città dal nome preso su misura per la personalità riservata del campione 500 anno 2000) ha dovuto sopportare e sfruttare un padre dal blasone pesante, diventandone il primo erede. Poi,si è fatto largo, troncando il cordone ombelicale che lo stava strozzando.

Il successo, l’affermazione, la discesa dopo l’ascesa. Kenny rimane l’ultimo rappresentante Suzuki ad aver consegnato ad Hamamatsu il titolo della Classe Regina.

1 di 8