Lorenzo Savadori in pista a Sepang. Il pilota cesenate è in viaggio per la Malesia dove, da domenica 2 febbraio, inizieranno i primi test stagionali del 2020. Per Lorenzo, al momento, una presa di contatto con la RS-GP 2019, la moto utilizzata nella passata stagione da Andrea Iannone e Aleix Espargaro

Per Savadori, rimasto senza la certezza di una sella in SBK, dopo l'abbandono del main sponsor del team Pedercini, si tratta sostanzialmente di accumulare giri con la MotoGP di Noale, in attesa che si diradino le nubi sulla vicenda Iannone, in attesa della sentenza che metterà fine alla questione doping e che vede la prima udienza fissata per il 4 febbraio.

Qualora arrivasse una lunga squalifica (possibilità di uno o due anni di stop) per il pilota di Vasto, la carta Savadori potrebbe rivelarsi preziosa per i futuri piani di Aprilia. Questo sempre ammesso che il cesenate riesca a dare risposte positive riguardo il feeling in sella alla MotoGP, moto che l'ex campione Superstock con la RSV4 non guida dai test, a porte chiuse, del 2017 a Misano.

Iannone, la fidanzata: “Sappiamo della sua innocenza”