Dominique Aegerter si è letteralmente rimboccato le maniche e due o tre giorni a settimana lavora come volontario per combattere il Coronavirus: lo svizzero, quest'anno new entry in MotoE, è in Spagna e si è impegnato ad aiutare a disinfettare una casa di cura a Barcellona di proprietà del suo coach, Pol.

In attesa della MotoE...


La stagione della MotoE, infatti, non è ancora neanche partita, e le ultime attività sono state i test a Jerez conclusi lo scorso 12 marzo.

Ad annunciare il suo impegno contro il COVID-19 è lo stesso Dominque Aegerter, attraverso un post sul suo profilo social.

Ogni anno vengo in Spagna per fare la mia preparazione fisica con Coachtotop”, scrive Dominque. “Quando la stagione della MotoGP è stata annullata per il Coronavirus (Aegerter usa proprio questo termine, con l’inglese ‘cancelled’, ndr) , ho deciso di rimanere qui per allenarmi online a casa", spiega il pilota svizzero.

Tra gli allenamenti e il volontariato


Il mio allenatore ha anche una casa di cura e mi sono offerto di aiutarlo in ogni modo possibile. Gli ho detto: ‘Mi aiuti sempre, ora devo aiutarti io’. Ogni settimana compro la candeggina per loro e disinfetto l'intero esterno.

"Mi alleno a casa ogni mattina e nel pomeriggio collaboro nella prevenzione e alla disinfezione della sua casa di cura. Questo virus è letale per le persone anziane. E non potevo rimanere rinchiuso a casa a guardare tutti i problemi. C.G. Sant Pere è il nome della casa di cura, ed è una delle poche case di cura che hanno zero casi di Coronavirus, quindi sono orgoglioso di aiutare in questa causa!

"Incoraggio tutti ad aiutare dove possibile, perché insieme batteremo questo virus!aggiunge il pilota svizzero.

Dominique Aegerter è dunque in questi giorni uno delle migliaia di altri volontari in tutto il mondo che cercano di fare la loro parte per sconfiggere il COVID-19, per provare a tornare alla normalità prima possibile.

Il primo commento sul suo post è quello del profilo ufficiale della MotoGP, con una serie di applausi per lo spirito solidale dimostrato dal pilota svizzero.

Esclusivo, Cecchinello: “I problemi dello sport? Ridicoli in questo momento”