Il capotecnico di Marquez: “Stop positivo per il recupero fisico di Marc”

Il capotecnico di Marquez: “Stop positivo per il recupero fisico di Marc”© MotoGP

Santi Hernandez, che cura la Honda del numero 93, ammette: "Se avessimo inziato a marzo, prima della pandemia, sarebbe stato un problema"

26 maggio 2020

Da diversi anni, Santi Hernandez è il capotecnico che giostra lo staff di Marc Marquez. La squadra del campione catalano opera sulla Honda numero 93, soddisfando le esigenze del pilota.

Santi conosce bene il paddock della MotoGP e sta attento alle mosse del suo corridore, anche se il mondiale è fermo:Dopo l’intervento chirurgico alla spalla - comincia Hernandez - è positivo vedere Marc allenarsi con una moto da cross. Lo stop legato alla pandemia è risultato positivo per il recupero di Marquez, spero che quando si inizierà, non sarà un problema, come lo sarebbe stato se fossimo partiti a marzo”.

Tra il tecnico ed il corridore, il contatto è rimasto diretto, anche a gare ferme: “Abbiamo parlato di come approntare il set up della moto. Anche se non sappiamo quando sarà il primo Gran Premio, faremo riunioni e programmeremo tutto. Vogliamo arrivare pronti in gara”.

Santi entra nel dettaglio: “Siamo un po’ preoccupati dal freno motore e dalla fase di staccata. Vorremmo guadagnare qualcosa in termini di grip dalla ruota anteriore. Abbiamo sofferto in quest’aspetto lo scorso anno, ci siamo resi conto che eravamo finiti fuori strada, durante i test invernali. Compiere un passo indietro ci ha aiutato, ma non è stato semplice: l’infortunio di Marc ha complicato le cose”.

Come fanno alcune Case, anche Honda sta pensando di introdurre l’holeshot, il sistema che aiuta il pilota ad effettuare partenze perfette: “Ci stiamo lavorando - conferma Santi - ma non siamo certi che torneremo ad averlo. Certo, il sistema potrebbe aiutarci parecchio, specialmente nella fase di partenza. Nelle moto rivali, l’holeshot fa la differenza, vedremo se le sensazioni di Marquez saranno le stesse dei test prestagionali”.

Per quanto riguarda l’inizio delle corse, Hernandez è convinto che ci saranno sorprese: “Penso che nelle prime gare vedremo sorprese, la pausa è stata lunga. Per esempio, quando andiamo in pista dopo il break natalizio, assistiamo a piloti che, anche se non te li aspetti, sono davanti. Ecco perché dico che ci saranno sorprese”.

Haro: “Pedrosa il peggior rivale di Stoner”

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi