È arrivato l’aggiornamento ufficiale del calendario Motomondiale stagione 2020, inficiato dalla pandemia e rivisto diverse volte. Dorna e FIM hanno confermato la ripresa delle attività a luglio e stanno programmando, oltre a gare in Europa, appuntamenti fuori dal Vecchio Continente.

La situazione di ogni Paese verrà monitorata passo - passo, per garantire le norme di sicurezza necessarie ai piloti, meccanici e addetti ai lavori.

Con le soli classi Moto3 e Moto2 disputate in Qatar ad inizio marzo, la MotoGP deve ancora scendere in pista. Il calendario comprende le tre categorie.

 Si inizierà il 19 luglio in Spagna, a Jerez. Il Gran Premio sarà lo Spanish GP e, dopo una settimana, bis all’Angel Nieto, per un evento chiamato Gran Premio di Andalusia.

Ad agosto i protagonisti del Motomondiale correranno a Brno, il Gran Premio della Repubblica Ceca. Austria per due volte: al Red Bull Ring nella settimana di ferragosto e poi sette giorni più tardi. Gran Premi di Austria e di Stiria nei pressi di Spielberg.

MotoGP, ufficiale: cancellato il GP d’Italia

Doppietta romagnola a settembre: dal 13 al 20 sono fissati i Gran Premi San Marino e Riviera di Rimini ed Emilia Romagna e Riviera di Rimini. Il Marco Simoncelli Circuit con il nuovo asfalto si prepara per la grande occasione.

Fine settembre al Montmelò, Catalogna. Dododiché, virata verso la Francia, a Le Mans, nel weekend dell’11 ottobre. Anche il Motorland di Aragon dovrebbe organizzare un doppio appuntamento: dalle parti di Alcaniz, MotoGP, Middle Class e Moto3 correranno il 18 e 25 ottobre, senza fiato alcuno.

Il materiale partirà poi per Valencia, in occasione di un altro bis. Al Ricardo Tormo ci saranno il Gran Premio di Europa e quello della Comunità Valenciana, nei giorni 8 novembre il primo, sette giorni più tardi il secondo.

Asterischi per Stati Uniti, Argentina, Thailandia e Malesia, che attendono di essere confermati entro il 31 luglio.

Le date


Sito Pons nei guai: rischia 24 anni di galera