Per sentirsi un vero pilota da gara, non c'è niente di meglio che guidare lo stesso mezzo del proprio idolo. Per questo, il Kawasaki Racing Team (KRT) ha unito le forze con Kawasaki Spagna, per dar vita a una esclusiva versione replica della Ninja ZX-10R, che compete in WSBK.

La moto del Mondiale SBK


Componentistica di alto livello, unita al know-how del KRT, cinque volte campione del mondo con il cannibale Jonathan Rea: ecco gli ingredienti che rendono unica la Ninja ZX-10R KRT WSBK.

Una replica che verrà prodotta in soli dieci esemplari, tutti contraddistinti da una targhetta numerata e firmata dal tecnico dell'assemblaggio KRT, e sarà venduta in tutto il mondo. La commercializzazione è partita lunedì 15 giugno e terminerà il 15 luglio 2020.

Il pacchetto


Scarico Akrapovic;  pneumatici Diablo supercorsa SP V3 (anteriore 120/70ZR17-posteriore 190/55ZR17);  cupolino Puig R-Racer; spoiler aerodinamici Puig; manopole Renthals; stompgrip antiscivolo; leva e protezioni Valter Moto; cavalletti Valter Moto; tappo olio Valter Moto; protezioni telaio Valter Moto; coperchi motore GB Racing; kit adesivi Uniracing KRT Ltd Edition e Targa numerata e firmata: questo il contenuto del pacchetto messo a punto per la ZX-10R KRT WSBK Replica.

Tutti elementi che saranno assemblati presso le strutture del team dallo staff tecnico KRT, in un processo che verrà ripreso per fornire a ciascun proprietario delle Ninja un souvenir unico nel suo genere: il video dell'assemblaggio della proprio moto.

A dispetto di quanto si possa pensare, la cifra richiesta per entrare in possesso di uno dei dieci esemplari di questa limited edition non è molto diversa da quella di una sportiva di serie. Il prezzo di vendita della Ninja ZX-10R KRT WSBK, infatti, è di 19.499 euro e comprende un kit dal valore di oltre 3.000 euro, gratuito, e l'assicurazione gratis per un anno.

In pista con Johnny e Alex


Per rendere il tutto ancor più racing, i dieci acquirenti avranno anche la possibilità di vivere un'esperienza da vero pilota: accedere al box KRT, per scendere in pista con i portacolori del team ufficiale Kawasaki, Jonathan Rea ed Alex Lowes, con un tecnico che si occuperà della messa a punto ottimale della moto.

SBK, ecco il nuovo calendario ufficiale 2020