È iniziata con qualche imprevisto l’avventura di Alessandro Zaccone nella coppa del mondo MotoE, e per debuttare ufficialmente nella classe dovrà aspettare il secondo round, a causa di un infortunio rimediato durante la giornata di test svolta a Jerez.

Infortunio


L’esordiente del team Trentino Gresini era caduto nell’ultimo turno di prove, rimediando una forte botta al ginocchio sinistro e gli esami hanno riscontrato una piccola frattura al femore che lo obbligherà a passare dalla sala operatoria. Un intervento chirurgico che avrà come obiettivo di essere in pista già per il secondo appuntamento stagionale: “Purtroppo con la caduta mi sono procurato una piccola frattura del femore e ora ho un pezzettino d’osso nella cartilagine del ginocchio – ha spiegato il numero 61 – Fare pressione potrebbe danneggiare ulteriormente cartilagini e tendini. Purtroppo la caduta è arrivata con una chiusura di sterzo che hanno accusato un po’ tutti, ma io in particolar modo e spiace iniziare così la mia avventura mondiale”.

Incendio


Tra l’altro al termine dei test la sua Ego Energica Corse è stata danneggiata da un principio d’incendio, anche se la dinamica non è ancora del tutto chiaro. Non si è infatti capito se l’incendio sia scaturito proprio dalla moto stessa o se sia avvenuto mentre era in carica, ma ad ogni modo Zaccone avrebbe avuto a disposizione per venerdì una moto sostitutiva.

Sprint Decisivo, Ferrari: "Voglio sfatare la cabala, vincendo ancora"