Il circuito di Le Mans ha laureato Jordi Torres campione del mondo della MotoE: lo spagnolo eredita così lo scettro da Matteo Ferrari ed è il secondo iridato nella storia della Coppa del Mondo delle moto elettriche. Per aggiudicarsi il titolo al pilota del team di Sito Pons  è stato sufficiente un sesto posto al traguardo, dopo la prima vittoria della stagione arrivata soltanto ieri, e che lo ha proiettato in vetta alla classifica iridata.

Tuuli vittorioso


A vincere la seconda gara del weekend sul circuito francese è stato Niki Tuuli, bravo a prevalere su Mike Di Meglio: il pilota di casa portacolori del team EG 0,0 Marc VDS era stato al comando fino a tre tornate dalla fine, e ha fatto di tutto per riprendersi la vetta della classifica dell’ultima gara della stagione. Ma ha dovuto accontentarsi di un secondo posto, a 166 millesimi dal finlandese del team Ajo. Sul podio con loro, l’australiano Josh Jook.

“Oggi avevo davvero un bel feeling, è stata una stagione difficile dopo l’infortunio, e da ieri non so cosa sia successo, perché mi trovo molto più a mio agio sulla moto. Mi sono sorpreso anche del sorpasso: quando ho pensato di farlo l’ho fatto”, dice Tuuli a proposito del sorpasso su Di Meglio.

Sono contento di essere arrivato due volte sul podio in questo weekend, è stata una gara difficile da gestire, sapevo che c’era Josh dietro, ho provato a sorpassare Niki fino all’ultimo”, commenta Mike Di Meglio.

“Peccato per ieri, non siamo riusciti ad essere incisivi, ma sono felice di questo podio”, ha detto Josh Hook, quarto in gara1 a Le Mans.

Torres campione


Quarta piazza per lo svizzero Dominique Aergerter, mentre la bagarre per la quinta posizione ha premiato Matteo Ferrari che si è piazzato davanti ad un Jordi Torres calcolatore, che con il sesto posto si è laureato campione del mondo proprio davanti al campione uscente. Matteo Ferrari ha di fatto perso la corsa al titolo con la caduta di ieri in gara1, e ha concluso la stagione 2020 al secondo posto, a 17 punti da Torres.

“C’è stato un contatto con alcuni piloti alla prima curva, mi sono detto ‘devo finire la gara, devo farlo per la mia squadra’. E adesso è arrivato il momento di goderci questo titolo”, ha commentato Jordi Torres.

L’ultima di De Angelis


Settimo posto per Niccolò Canepa davanti al compagno di squadra Xavier Simeon, con Maria Herrera in nona posizione a precedere Xavi Cardelus. Alessandro Zaccone si è piazzato dodicesimo alle spalle del tedesco Lukas Tulovic e davanti a Mattia Casadei.

Ultima gara della carriera per il sanmarinese Alex De Angelis, che si è piazzato quattordicesimo ed  è apparso visibilmente commosso ai microfoni di Sky.

“E’ un’emozione fortissima, purtroppo in gara non potendo spingere ho rivissuto tutti i momenti importanti della mia carriera”, ha detto De Angelis.

Da segnalare la caduta nelle prime fasi di Eric Granado, seguita, poco dopo, da quella di Tommaso Marcon.

MotoGP, GP Francia: Petrucci vince davanti ad Alex Marquez